Categories

fotografa . emoziona . inspira

Fotografapalermitana sul web.

Vuoi le stampe di qualche mia foto?

Contattami in direct su Instagram o su Facebook e ti risponderò subito, esaudendo ogni tua richiesta.

Non fotografo ciò che vedo, ma ciò che provo

Quello che non ho potuto avere è stata la mia vera ricchezza.

Non ho avuto una casa di lusso o chissà quale attrezzatura fotografica, anzi, ho fotografato e sto continuando a fotografare con una nikon d3000, una reflex abbastanza vecchiotta ma che mi ha permesso di scavare dentro me per scoprire la parte più intima della mia anima e spolverare emozioni che non sapevo nemmeno io fosse possibile provare.

Con questo voglio dirvi un’unica cosa: non mollate mai.

Le cose possono farsi difficili e a volte pensate che non siete tagliati, che voi non siete e non avete abbastanza, beh non è così.

Il segreto sapete qual è?

Il segreto è la determinazione.

Mio padre ha perso il lavoro in un momento molto delicato della sua vita, a 60 anni, non avendo la possibilità di andare in pensione per l’età ancora non idonea per farlo e il pregiudizio del “è troppo vecchio per trovare un nuovo lavoro”.

Una cosa che mio padre mi ha sempre insegnato è che quando la forza ti manca, quando sei sull’orlo del precipizio, devi fare solo una cosa: crearti la forza per salvarti.

Ed io questa cosa l’ho imparata proprio bene.

Ho cercato, scritto annunci, parlato personalmente con capi di aziende e alla fine abbiamo vinto.

Questo è solo un esempio, una breve parentesi della mia vita, per dirvi che a volte la vita può metterci davvero a dura prova, ma le prove sono fatte per dimostrare a tutti e soprattutto a noi stessi quanto valiamo.

Dobbiamo trasformare le difficoltà in opportunità per fare meglio, per metterci in gioco.

Tante volte mi hanno detto che la fotografia è solo una passione, di lasciar perdere, che tanto non si viene pagati, sarà pur così ma chi ha un sogno lo deve proteggere ci ha insegnato Will Smith.

Dobbiamo metterci in testa che ognuno di noi è unico, ha doti uniche che nessuno avrà mai. Ed è un diritto e un dovere rendere questa vita fantastica, se ogni tanto qualcosa non va, non buttate la spugna.

Chiedete aiuto, non abbiate vergogna di farlo!

Nessuno si salva da solo e tutti abbiamo bisogno di una mano che ci solleva da terra.

Sento sempre più spesso di ragazze e ragazzi che decidono di farla finita e mi sento molto amareggiata di questo, perché so bene cosa significa avere paura.

Ma la paura non deve essere un mostro che ci mangia portandoci via per sempre il nostro essere allegro e intraprendente, trasformate la paura in forza.

Come?

Fate pace con voi stessi per prima cosa e dopo ripetetevi allo specchio che voi siete delle forze. All’inizio vi sentirete degli idioti ma dopo, ad ogni volta che lo ripetete, ve ne convincerete.

Non esiste nessuna battaglia che non può essere vinta.

 Dipende da voi.

 Nulla è impossibile.

Resilienza. Street photography a Palermo

Non rinunciate ai vostri sogni solo perché qualcuno non può realizzare i suoi, credeteci sempre. Credeteci anche quando vi mettono i bastoni tra le ruote, anche se vi prendono in giro, anche se vi deridono, non mollate!

Perché il vero sognatore è colui che non ha mai mollato ed è riuscito, nonostante le buche e ginocchia sbucciate, a salire sulla vetta.

Nonostante le poche risorse, le difficoltà e le lotte a volte per arrivare a fine mese io mi ritengo fortunata.
Sono fortunata perché il mio legame con la fotografia prescinde dagli attrezzi fotografici, per carità, essenziali per fare delle belle foto, ma non del tutto. Il mio legame con la fotografia è più grande di qualsiasi difficoltà. Non arrendetevi, anche quando tutto sembra essere senza via d’uscita, una soluzione esiste. E in quei periodi in cui non fotografavo l’unica salvezza per me era pensare alla fotografia stessa, pensare a quando esco per le strade della mia città e impugno la mia macchina, all’averla con me come strumento per raccontare come mi sento, le mie emozioni, i miei pensieri, i miei sentimenti. Lei mi ha dato la forza, il solo pensiero di fotografare mi ha salvato da un bruttissimo periodo della mia vita.

A volte, avere poco non è così terribile, ti fa apprezzare bene ciò che hai, io non ho molto ma ho con me un profondo amore per questa passione. Ho dei genitori che mi hanno insegnato a valorizzare ogni cosa, a rattoppare le cose e a non buttarle, ad apprezzare ciò che si ha. Non disperate perché non avete molto, ma ringraziate perché avete qualcosa, l’essenziale.

Categories: Uncategorized

Add comment

Kopy Theme . Proudly powered by WordPress . Created by IshYoBoy.com