Categories

fotografa . emoziona . inspira

Fotografapalermitana sul web.

Vuoi le stampe di qualche mia foto?

Contattami in direct su Instagram o su Facebook e ti risponderò subito, esaudendo ogni tua richiesta.

Non fotografo ciò che vedo, ma ciò che provo

Come comprare la felicità con 5 euro

Pochi steps per essere felici a Palermo

19/09/2019.FotografaPalermitana.3 Likes.0 Comments

Molti dicono che la felicità non si può comprare, in realtà questo non è vero e in questo articolo ve lo dimostrerò.

Prima riflettiamo su cosa sia la felicità, sarà per caso avere tanti soldi? Beh quella ha un altro nome e si chiama ricchezza e non sempre coincide con la felicità, che non risiede in beni materiali il più delle volte.

La felicità risiede in attimini di dimenticanza diceva il buon Totò, premere “stop” ai pensieri che affollano quotidianamente la nostra mente e focalizzarci su ciò che ci circonda, a cui nemmeno facciamo più caso, perché la verità è che, spesso, ci dimentichiamo di vivere.

Ma oggi, voglio aprirvi gli occhi e farvi scoprire il segreto per essere felici a Palermo (ma la ricetta vale per qualsiasi parte del mondo, cambia solo il luogo).

Per raggiungere questa fantomatica e tanta desiderata felicità avrete bisogno di soli 5 euro, non cara come cifra vero?

Avrete, inoltre, bisogno di:

  • 2 biglietti dell’Amat
  • Voglia di emozionarvi

Una volta che sarete muniti dei biglietti Amat non vi resta che aspettare l’autobus con il numero di linea 806 e lasciarvi trasportare, e, non importa se è inverno o estate o se ci sono 10 gradi o 30 la ricetta della felicità è valida per qualsiasi periodo dell’anno.

Una volta seduti sul bus godetevi il panorama e le stradine di una città come Palermo che sì, è caotica il più delle volte, ma è di una bellezza sconvolgente, dal finestrino s’intravede il Teatro Politeama che così maestoso e bello vi farà perdere qualche brutto pensiero già per strada.

Dove stiamo andando, però ancora non è stato detto, avete ragione…  vi do un indizio: mare cristallino e uno stabilimento balneare trasformato in ristorante, avete intuito vero?

Stiamo parlando di Mondello, un posto che vi lascerà sempre senza parole, senza fiato per il suo splendore, un posto che ha luce propria in qualsiasi momento dell’anno si visiti

Una lunga spiaggia bianca finissima e un mare blu che a guardarlo bene, a un certo punto, si fonde con il cielo regalando in chi guarda un senso di pace e tranquillità incredibile.

E si sa, un siciliano è a conoscenza che l’unico che può cullare la sua malinconia, la sua tristezza o rabbia è solo uno: il mare e le sue onde che brillano se baciate dal sole, e sarà lì, in  quel momento che avrete comprato la vera felicità.

Perché Mondello? Perché il mare?

Spiaggia di Mondello vista dall'alto

Spiaggia di Mondello vista dall'alto

La felicità non consiste nel vivere una vita senza problemi ma nel cercare, nonostante tutto, un appiglio che ci faccia apprezzare la vita, le piccole cose che non sono mai piccole e che spesso dimentichiamo di avere.

Quante volte vi sarà successo di uscire da casa e osservare il cielo? Poche, perché abbiamo sempre tanto da fare, tanto da sbrigare che perdiamo di vista i veri piaceri della vita che sono stati creati per noi e noi nemmeno teniamo in considerazione.

E allora cos’è la felicità? Se non questo? Quante volte ringraziamo il cielo per avere la possibilità di guardare con i nostri occhi il colore del mare o del cielo? Quante volte siamo grati per avere la possibilità di guardare con attenzione una nuvola e immaginarci una figura?

La felicità, quella vera, non ha prezzo.

Albano cantava che la felicità era un panino con un bicchiere di vino e non posso che dargli ragione, ma meglio se il panino è con le crocchè e se è comperato dalla “regina” dei panini accanto al circolo dei militari, una signora di mezza età che ricorda tanto una nonna che cucina per i propri nipoti, con i prodotti freschi e selezionati con cura.

Crocchè, panelle, melenzane fritte proprio davanti ai vostri occhi verranno cucinate e preparate al modico prezzo di due euro.

Con 5 euro, in toto, avrete acquistato il sapore della genuinità, della semplicità e vi stupirete quanto sia semplice poter essere felici, camminando per il litorale a piedi nudi scorgendo di tanto in tanto in qualche gabbiano curioso e in qualche ambulante che vi venderà delle buonissime ciambelle calde per un costo minimo di 50 centesimi.

Barca a Mondello. Paesaggi Siciliani

Barca a Mondello

Tante barchette colorate che non aspettano altro che salpare lontano, e anche voi in fondo.

Gli orari dei bus sono molto flessibili, l’ultima corsa è alle 10 di sera e l’attesa non è estenuante, purtroppo l’unica pecca è che saranno sempre affollati e presi letteralmente d’assalto (tutti amano tuffarsi e smettere per un momento di preoccuparsi delle faccende e impegni giornalieri). Per questo che vi consiglio di prendere il bus di mattina presto o al tramonto, stando sempre attenti ai possibili borseggiatori, che ahimè, si trovano ovunque.

Una volta ritornati a casa, vi assicuro che non sarete gli stessi di prima, le vostre ferite saranno un po’ risanate e il cuore più leggero pronto a ricominciare a battere più forte, sarete più consapevoli che la bellezza è a portata di mano e spesso non costa nemmeno tanto: solo 5 euro.

Categories: Palermo

Add comment

Kopy Theme . Proudly powered by WordPress . Created by IshYoBoy.com